Finanziamento pubblico ai partiti

Nota per il lettore: il seguente blog post potrebbe contenere commenti offensivi a chi ancora crede che l’attuale sistema dei partiti sia un sistema giusto e sano. Per cui ne sconsiglio la lettura a tutti coloro che non hanno conati di vomito quando pensano ad un partito qualunque che oggi ci rappresenta in parlamento.

Giorno 12 aprile 2012, alla Camera dei Deputati, è stata presentata una proposta di legge inerente “Misure per garantire la trasparenza e il controllo dei bilanci dei partiti e dei movimenti politici“. La proposta è stata presentata da Angelino Alfano, Pierluigi Bersani e Pierferdinando Casini ed altri, i quali nella presentazione della legge mono articolo hanno scritto: “Cancellare del tutto i finanziamenti pubblici, destinati ai partiti – già drasticamente tagliati dalle manovre finanziarie del 2010-2011 – sarebbe un errore drammatico“.

A dire il vero, sentendo i media parlare della cosa pensavo che lo avessero scritto in un comunicato congiunto e non che avessero osato scriverlo in un atto parlamentare. Forse è meglio così: domani qualche studioso, consultando gli atti parlamentari saprà di che pasta era fatta la nostra attuale classe dirigente.

L’uso della parola “drammatico” mi sconcerta. Così come mi sconcerta la sottolineatura “già drasticamente tagliati dalle manovre finanziarie del 2010-2011”.

“Drammatico” mi sconcerta perché è contemporanea anche a questa notizia ed a quest’altra. Se è drammatico cancellare il finanziamento pubblico ai partiti, i suicidi di imprenditori e disoccupati cosa sono? Come possono essere definiti? Drammaticissimi se lo sono di più? O poco appena che risibili se lo sono di meno? Quante persone morte ci vogliono per rendere la cancellazione del finanziamento pubblico ai partiti giusto?

La seconda cosa che mi sconcerta mi fa anche ridere.. si perché, da parecchi anni, pur aumentando la spesa pubblica a dismisura, i servizi ai cittadini sono diminuiti e/o peggiorati e/o cancellati per via dei tagli. Mi piacerebbe avere il tempo di cercare tutte le proposte di legge e leggere quanti parlamentari hanno scritto lamentandosene dei tagli ai servizi in una proposta di legge. Per ora parto dall’assunto che nessuno lo abbia fatto.

Nel merito, la proposta di legge che risolve il problema dello rubare soldi pubblici, recita che per evitare il latrocinio è sufficiente che i bilanci dei partiti siano certificati da società esterne. Qualora ci siano delle irregolarità, la commissione preposta suggerisce ai presidenti di Camera e Senato di comminare delle multe.

Quindi per verificare che i bilanci dei partiti siano corretti affidiamo il compito alle stesse società che tessevano le lodi dei bilanci della Lehman Brothers. Qualora sia stato accertato che hanno rubato, gli amici dei partiti dovrebbero fargli la multa.. tipo divieto di sosta.

Scusate, vado a vomitare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...