Viaggio USA Crociera – NYC / Miami

Si va a Miami.

Di mattina facciamo colazione, finiamo di preparare le valigie già pronte dal pomeriggio sonnacchioso del giorno prima. “Cara metro di NYC questa volta non mi freghi“. Decidiamo di investire $60 e prendiamo un comodissimo SUV che dall’hotel ci porta al JFK. Arriviamo con un anticipo colossale. Faccio il check in alla macchinetta e quindi il drop off del bagaglio (scrivo check in e quindi anche drop off).

La pignoleria degli addetti alla sicurezza è indirettamente proporzionale alla quantità di gente da controllare. Eravamo 6 persone. Ci hanno quasi spogliato.

La compagni con cui voliamo è Delta Airlines. Al JFK Delta vola dal Terminal 3 che visto sulla cartina è piccolo ma se si entra da una punta e bisogna raggiungere l’altra punta (visto che il tuo gate ha un numero altissimo) la strada è tanta e pensi che l'”anticipo colossale” è solo una cosa che ti è andata bene nella vita.

Comunque c’è da aspettare. E mentre aspetto guardo i bagagli a mano di quelli del nostro volo. Preparandomi al viaggio ho letto le specifiche dei bagagli ed ho dovuto cambiare la valigia principale e attenuto alle regole più restrittive che erano proprio quelle della Delta. Ora che sono all’imbarco vedo che gente che viene ammessa con armadi capaci di contenere tutte le scarpe di Paris Hilton (non so quante ne abbia ma suppongo parecchie). Chissà perché penso che quelli della Delta abbiano tutti le corna.. ma proprio così!

Il volo da NYC a Miami va bene. Recuperiamo i bagagli ed usciamo ad aspettare la navetta che ci porti all’Embassy Suites. Hotel e suites ci sorprendono. Anche il clima di Miami è piacevole specie dopo la pioggia di New York.

Atrio dell'Embassy Suites Airport di Miami

Ci perdiamo il drink offerto dal manager perché il tempo che ci sistemiamo sono già le 7 passate. Facciamo un giro per l’Embassy. L’unica vera pecca di questo hotel è l’essere disperso nel nulla. Per trovare qualcosa bisogna spostarsi di parecchio. L’unica possibilità di cenere è la steakhouse in loco. La pace armata di mia moglie contro la carne continua ma mentre lei si prende una specie di cosa che non mi importa io mi strafogo una bella bistecca di quelle che si vedono nei film di cui allego la foto. La foto l’ho fatta a bistecca già quasi tutta mangiata perché non ce l’ho fatta a resistere ad affondare subito coltello e forchetta.

Bistecca

Torniamo in camera in tempo per mettermi comodo e vedere in diretta il finale di stagione di Fringe. Suites, bistecca e finale di stagione di Fringe in diretta: il paradiso deve essere una cosa così.

Ci svegliamo abbastanza presto, la navetta per il porto è a mezzogiorno, scendiamo a fare la colazione e ci pigliamo la mattinata con calma, andando in piscina (ma senza costume custodito nel bagaglio già pronto) e stando in camera fino all’ora in cui la navetta di porterà alla nave e agli 11 giorni di crociera.

Annunci