Deficienza commerciale

La storia è di quelle classiche: una tipa di Hachette Fascicoli chiama a casa e parlando con mia moglie le propone una fantastica offerta per l’acquisto di libri per bambini. L’offerta consiste nell’invio di due volumi di favole della Disney gratuiti più un raccoglitore e due volumi a €4,90 cadauno più le immancabili spese di spedizione a €2,90 per un totale di (attenzione!) €12,70. Se la cosa non ci piace, ci teniamo il raccoglitore e le due favole in omaggio e tante grazie, altrimenti continueranno a mandare due volumi al mese fino a che non gli si dice basta. Tutto molto chiaro.

Le favole arrivano, il prodotto ci piace e decidiamo di acquistare. Solo che l’appuntamento mensile con il bollettino postale mi atterrisce quindi mi collego al loro sito web e scopro che si può pagare anche da web. Ottimo! Il prodotto perfetto. Se non che incappo nell’offerta dello stesso prodotto sul web.

Qui avviene la moltiplicazione dei pani e dei pesci. I volumi totalmente gratuiti non sono più due bensì sei con l’invio delle due favole mensili a €4,90 cadauna più le immancabili spese di spedizione a €2,60 per un totale di €12,40. Si sa, dal web le spese di spedizione costano meno o almeno per Hachette è così.

Provvedo ad inviare email al servizio clienti chiedendo di aderire all’offerta web. Si sa, le email arrivano subito o per lo meno a me arrivano subito e quindi quasi subito le leggo. Ma per Hachette le così saranno diverse e le email funzioneranno come le lettere tradizionali per cui scrivo giovedì 27 Maggio alle 15.30 e mi rispondono lunedì 31 alle 14.30. La risposta diceva: “La informiamo che in base ai periodi promozionali possono trovarsi offerte o proposte differenti, è per questo motivo che le è stata fatta un’offerta piuttosto di un’altra“.

Non so perché mi hanno risposto così ma a me non è sembrato poi così sconveniente annullare la prima proposta, aderire alla seconda, inviare i volumi, tenermi i due che ho già più il raccoglitore e riceverò altri sei volumi gratis, l’orologio del Re Leone e poi pagherò i restanti volumi persino 30 centesimi in meno del “periodo promozionale” precedente. Mi pare che ci ho guadagnato. Loro mi pare che di netto ci hanno perso i due volumi ed il raccoglitore oltre che l’opportunità di fare bella figura con un cliente che li ha sorpresi a fare offerte favolose per telefono tranne poi offrire molto di più altrove.

Annunci